Le Interpellanze in Consiglio Comunale

Presentate dal Consigliere Vito Campanile nell'anno 1999

 

leggi anche le interpellanze del 2000 e del 2001

 

INDICE

 

·         Adozione del nuovo regolamento per il difensore civico e la partecipazione popolare. (Delib. n. 33 del 10.11.1999)

·         Sistemazione dei condizionatori sugli edifici storici (Delib. n. 34 del 10.11.1999)

·         Laboratorio analisi chimiche   (Delib. n. 15 del 27.09.1999)

·         Salvaguardia di un bene storico (Delib. n. 16 del 27.09.1999)

·         Elezione dei rappresentanti del consiglio comunale nell’ambito delle commissioni consiliari (9.8.’99)

 

 

 

 ADOZIONE DEL NUOVO REGOLAMENTO PER IL DIFENSORE CIVICO E LA PARTECIPAZIONE POPOLARE.

visto

che la S.V. è stata parte attiva nella redazione di una serie di emendamenti ai regolamenti riguardanti l’oggetto della presente interpellanza unitamente ad un rappresentante della nostra associazione,

preso atto

che in campagna elettorale concordava con la necessità di adottare integralmente tali nuovi regolamenti (sottoscritti e approvati da quasi tutte le Associazioni di Rutigliano) e che erano stati snobbati dall’Amministrazione Limitone.

chiede

che tale provvedimento venga riproposto all’attenzione di questo Consiglio Comunale ed il perché si è rinnovato l’appello, tramite manifesto, alle Associazioni per l’iscrizione all’Albo, ben sapendo che molte delle stesse non vi hanno aderito – come noi – in segno di protesta.

 

 

INTERPELLANZA  RELATIVA  ALLA SISTEMAZIONE DEI CONDIZIONATORI SUGLI EDIFICI STORICI

Negli ultimi tempi, a causa del caldo torrido che va caratterizzando sempre più le nostre estati, si è notato un aumento della installazione di condizionatori i quali sono forniti di un compressore esterno di notevole impatto ambientale.

La questione diventa di particolare delicatezza soprattutto quando, come si è visto, questi vengono sistemati sulla nostra edilizia storica ed oltretutto, senza un minimo rispetto per l’edificio.

Si chiede se codesta Amministrazione intenda consentire ancora l’installazione di tali elementi che già deturpano il centro storico o, intenda revocare le relative autorizzazioni. Ciò per tacere dell’inquinamento acustico che gli stessi provocano.

 

LABORATORIO DI ANALISI CHIMICHE PRESSO IL MERCATO COPERTO DI VIA DANTE.

...si chiede di conoscere quali siano le finalità per le quali l’Amministrazione Comunale ha deciso di realizzare un laboratorio di Analisi Chimiche.

Inoltre, si chiede di conoscere:

a) l’importo previsto per la realizzazione dell’opera ed in particolare per la parte muraria e per la parte strumentale.

b) quanti saranno gli operatori addetti a tale struttura, da chi verranno stipendiati ed il presumibile costo annuale.

 

 

INTERPELLANZA  RELATIVA  ALLA SALVAGUARDIA DI UN BENE STORICO

 

[si] ...porta alla sua attenzione un episodio di storia e cultura locale che sta per scomparire dalla memoria di Rutigliano.

In via Fontanelle n°18 è ubicato l’ultimo laboratorio di fabbro e maniscalco dei tanti che una volta  esistevano a Rutigliano.

A seguito della morte del titolare, questo laboratorio fu chiuso. La passata Amministrazione autorizzata da un erede provvide alla spoliazione di tutti gli arnesi ed attrezzi conservati nel predetto locale.

Tali attrezzi, poveri in sè, avevano un loro grande valore là dove si trovavano vicino al “mantice” che rappresentava il cuore del laboratorio

Mi risulta che è previsto un progetto per demolire questo angolo della vecchia Rutigliano e per realizzare una nuova costruzione.

Si chiede che la sua Amministrazione prenda a cuore questa segnalazione, trovando  il modo di salvare questa memoria storica della  Comunità.

 

 

ELEZIONE DEI RAPPRESENTANTI DEL CONSIGLIO COMUNALE NELL’AMBITO DELLE COMMISSIONI CONSILIARI

 

...preso atto della Sua disponibilità a dare trasparenza all’attività di questa Amministrazione assicurando alla minoranza il suo ruolo istituzionale

costatato che nell’ultima seduta del Consiglio Comunale sono nate polemiche tra la definizione di minoranza elettorale e minoranza politica e che tale dualismo non ha trovato una soluzione soddisfacente.

Alla luce dell’imminente riforma della legge 142 che prevede “forme di garanzia e partecipazione delle minoranze, prevedendo l’attribuzione alle opposizioni della presidenza delle commissioni consiliari aventi funzioni di controllo o di garanzia”

propone

che l’elezione dei rappresentati del Consiglio Comunale sia articolata in tempi successivi; la maggioranza e la minoranza eleggono i propri  rappresentati con votazione separata.